Oggi vi presentiamo Rosina, dal Barbiere di Siviglia alla Locanda dell'Opera!

 PERSONAGGI DE “LA LOCANDA DELL’OPERA”

14 agosto 2022 con OperaExtravaganza - Teatro del Giardino segreto

ROSINA

La Locanda dell’Opera è un Pasticcio, denominazione settecentesca che descrive il riutilizzo di arie famose da varie opere, tenute insieme da un nuovo libretto e formanti così un nuovo melodramma. La caratteristica di un Pasticcio è, appunto, che risulta al tempo stesso nuovo ma familiare, e, come nel nostro caso, alcune atmosfere che in origine erano tragiche diventano invece decisamente comiche.

I personaggi della Locanda sono dei buffi “personaggi in cerca di Autore”, sospesi nello spazio-tempo, prigionieri di un incantesimo che li vuole destinati a ripetere sé stessi all’infinito. Caratterizzati dai loro costumi teatrali e dai loro contesti storici e geografici, si trovano – senza veramente trovarsi – in una locanda, accolti da un elusivo Locandiere e ivi convocati da un fantomatico impresario che desidera ingaggiarli per una nuova opera.   

RosinaDal Barbiere di Siviglia di Rossini.

Maria Callas e Tito Gobbi in Rosina e Figaro alla Scala nel 1956

Nell’originale – Nel capolavoro di Rossini Rosina è una ragazza in fiore, affidata alla tutela dell’anziano e noioso Don Bartolo, per il quale lei ha una malcelata antipatia, appena temperata dall’osservanza delle buone maniere e dal rispetto dovuto ai crini grigi. Don Bartolo si è addirittura messo in testa di sposarla, attratto tanto dalle belle fattezze di lei quanto dalla dote che rimpinguerebbe i forzieri di lui.

Rosina, ignara delle macchinazioni del tutore, ogni mattina all’alba si affaccia in segreto al suo verone: il suo cuore palpita per Lindoro, che si fa passare per un giovane povero ma altri non è che il conte di Almaviva. Come la fanciulla spiega nella sua celeberrima aria Una voce poco fa, lei è un tipino mite e accomodante, ma quando le salta la mosca al naso sa essere molto ma molto determinata!


Nella Locanda dell’Opera – nelle amplificazioni drammaturgiche del nostro Pasticcio Rosina inizia con la consueta pudicizia: gli occhi bassi, l’abbigliamento sobrio e il parlare pacato danno dapprima l’impressione di una persona mite; ma prima le attenzioni del conte Danilo, poi le interferenze di Germont, Rigoletto e Musetta la rendono insofferente e manesca, un’autentica virago!

Monica Sanfilippo


info.&contatti

🗓 14 agosto domenica, 2022
📍Teatro del Giardino Segreto (Vetralla-VT)
🍷 apericena ore 19:30 offerta dall’associazione
🎼 spettacolo ore 21:00
🎫 contributo dei soci 20€
𝗣𝗲𝗿 𝗶𝗻𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗲 𝗽𝗿𝗲𝗻𝗼𝘁𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶:
📞 +39 346 7474 907
📱Whatsapp +39 340 1458555
📧 extravaganza.opera@gmail.com

Commenti